Collaboratori

NICO BERARDI

Già docente al Conservatorio Tito Schipa di Lecce della Cattedra di Fiati Popolari è considerato uno dei migliori zampognisti sulla scena musicale mondiale.

Musicista versatile, suona numerosi strumenti (charango, cuatro, kena, chitarra battente, zampoña ecc.). Svolge intensa attività concertistica in Italia e all’estero (U.S.A., Iraq , Grecia, Spagna, Francia, Germania, Croazia, Austria, Slovenia, Svizzera)

Partecipa alla realizzazione delle opere di A. Ramirez, “Misa Criolla” e “Navidad Nuestra” con i cori “Teatro Petruzzelli” e “Harmonia”, alla colonna sonora del film “Io non ho la testa”, regia di E.Olmi; “Sun’è sott”, musica popolare dell’Italia Meridionale ; con gli Uaragniaun partecipa agli album “Skuarrajazz”, “Octofolium”, “Fiorita”, “U diavule e l’acqua sande”, “Lamalunga Live”, “Malacarn”, “Cantan”, “Primitivo” ; nonché è presente in

m_2015 UaraExpoMurgia 0068

numerose compilations (tra le quali “Suoni d’Italia,- Musica tradizionale e nuovi repertori per zampogna” 2002). Sue composizioni sono nel film “Pietre miracoli e Petrolio”, di Gianfranco Pannone (2004).

In duo con Horacio Duran Vidal, musicista di fama mondiale e fondatore degli Inti Illimani, mette in scena “Encuentro” concerto per zampogna e charango. Partecipa a prestigiosi festival internazionali dedicati alla zampogna (Scapoli, Maranola, Saint Chartier, Gennetinnes, Lipsia, ecc.) anche in qualità di relatore. Pubblica nel 2000 il cd “La zampogna annunciatrice – Pastorali e canti di natali per zampogna e ciaramella” (Ed. Corriere del Giorno) e nel 2009 il cd di sue composizioni per zampogna ed ensemble strumentale “Il Soffio dell’Otre” (Ed. RadiciMusic). Fa parte dell’Orchestra della Notte della Taranta.

 

PINO COLONNA

Grafico e musicista ha partecipato a tutte le produzioni in studio degli Uaragniaun suonando sax soprano e tenore, flauti dritti, chalumeau e ciaramelle.

È considerato uno dei migliori suonatori di ciaramella, strumento che ha approfondito negli ultimi anni. Ha militato ne Il Soffio dell’Otre, formazione di “folk cameristico” fondata da Nico Berardi, misurandosi con partiture assai complesse.

La sua attività di grafico gli ha spesso impedito di essere presente nei live degli Uaragnian. Tuttavia è stato uno dei protagonisti più creativi della band e il suo apporto musicale non è mai stato marginale. Sui flauti dritti esprime una personalità artistica molto profonda e capace di coniugare l’apporto strumentale allo spirito del brano e alla sua esecuzione arcaica. Per il festival dello Stornello di Copertino ha collaborato in specifici progetti di Lucilla Galeazzi e Nando Citarella.

Pino Colonna Ciaramella

 

NANNI TEOT

È il più giovane componente della nostra band. Ha studiato tromba al Conservatorio di Matera e Pittura all’Accademia delle Belle Arti di Bologna, laureandosi con una tesi sull’arte nelle copertine dei vinili degli anni Settanta.

Si è formato sui dischi di Miles Davis e Paolo Fresu pur cercando continuamente un proprio suono e una autonoma personalità artistica. Negli ultimi anni si è particolarmente applicato nell’uso del flicorno. Dopo diverse esperienze in ambito reggae, dub e funky è approdato alla grande “famiglia” Uaragniaun partecipando alle incisioni degli album “U diavule e l’acqua sante”, “Malacarn” e “Primitivo”. La sua attività assidua con Uaragniaun e con il Festival “Suoni della Murgia” gli ha permesso di essere protagonista in numerose jam session di grande prestigio di cui segnaliamo quelle con la cantante scozzese Karen Matheson e il brasiliano Renato Borghetti.

Con la cantante Teta Mona e il bassista Paolo Clemente ha registrato “Sheena” un EP di quattro brani dub. Con Teta Mona ha suonato nel disco “Mad Woman” pubblicato nel 2017 con l’etichetta Garrincha Go Go. Con i medesimi compagni di viaggio ha collaborato col pianista inglese Alex Maguire in uno spettacolo che viene proposto nella cornice del prestigioso festival “Time Zones”.

Ha partecipato alle prime tre edizioni del Festival dello Stornello di Copertino in rispettivi progetti con Otello Profazio, Lucilla Galeazzi e Nando Citarella.

Col gruppo Fresh & The Synthomatics ha realizzato nel 2015 un EP di tre brani funky.  Con il Free Walking Trio Quartet ha registrato il CD “Mind Our Business” pubblicato nel 2017 con l’etichetta ANGAPP. Nel giugno 2017 con il chitarrista argentino Nicolas Ventricelli fonda il duo Dos Aguas e pubblica l’album “Profundo”. In ottobre del 2017 collabora al disco “Lurra, Ur, Haize” della band basca Alboka. Da diverso tempo lavora a brani di sua composizione suonando tutti gli strumenti di supporto alla tromba e al flicorno per un futuro album a suo nome.

 

ALESSANDRO PIPINO

Nato a Bari nel 1972, è compositore, arrangiatore e polistrumentista.
Nel 1994 entra a far parte degli Al Darawish e dal 1997 aderisce al progetto Radiodervish, partecipando in tutte le produzioni discografiche del gruppo (11 album dal 1998 al 2015).
Nel 1999 si appassiona all’organetto, suo strumento principale nei gruppi L’Escargot e Naracàuli.

Ha all’attivo numerosi concerti in Italia, Germania, Francia, Grecia, Libano, Svizzera e Belgio su palchi importanti e prestigiosi come quello del Concerto del Primo Maggio a Roma, del Teatro dell’Olympia di Parigi, del Folkest di Spilimbergo, de La Notte della Taranta di Melpignano, dell’ SO36 di Berlino, del Premio Tenco di Sanremo, del Premio Ciampi di Livorno, del PalaMazda di Milano e tanti altri.

Con gli Uaragniaun ha suonato, nei dischi “Malacarn” e “Primitivo”, l’organetto diatonico, le tastiere, la lama sonora e il toy piano.

Pipino

 

MICHELE BOLOGNESE

Ha studiato al Conservatorio di Bari mandolino col maestro Mauro Squillante, poi si è laureato all’Università di Trento in Ingegneria Ambientale.Sin da ragazzino ha seguito gli Uaragniaun, la band dei suoi genitori, per diverse trasferte in Italia e all’estero, che hanno particolarmente formato la sua sensibilità artistica.

A liceo scopre la magia dei colori, la potenza dei pigmenti e inizia a dipingere per passione, senza mai abbandonare questa attività, partecipando a mostre e concorsi nazionali.A Trento nel 2010 fonda il gruppo Fan Chaabi, formazione di riproposizione delle sonorità della musica del Mediterraneo, con i siciliani Daniele Saguto, Giuliano Fontana e la cantante di Andria, Silvia Losapio. Attualmente la band si esibisce in diversi locali e festival nel Nord Italia, e sta lavorando al primo disco.

Sempre a Trento nel 2012 insieme ai fratelli Dambrosio di Altamura, cura un altro progetto: Murjah Warriors Sound Art System, un sound system autocostruito, interamente dipinto da Michele con colori ad olio. Un’alchimia tra suoni e colori.Michele aka MandLion, caratterizza la Live-Session con l’uso di mandolino, mandola, melodica e tammmorre sulle “version”, il lato b dei dischi in vinile.

Non ha mai smesso di seguire i suoi genitori, Luigi Bolognese e Maria Moramarco, nonostante la distanza e gli impegni universitari; con i Uaraganiun ha registrato mandolino e tammorre in “Malacarn” e “Primitivo”.

Avesa novembre 2007

 

CARLO LA MANNA

Vive a Trento, suona il basso acustico ed elettrico. Svolge l’attività di musicista in Italia ed all’estero dedicandosi anche professionalmente alla ideazione, organizzazione e direzione di eventi culturali. (Naturalmente Arteventi)
Approfondisce negli anni il linguaggio teatrale, della danza, collaborando con molti artisti tra i quali Arvo Pärt, Giovanni Sollima, Tico da Costa, Philip Glass, Didier Francois, Compagnia Abbondanza Bertoni.

Ha composto molta musica per film, teatro danza e centri di meditazione.
Con Giuliano Cramerotti e Roberto Segato ha fondato il  Trioamaro incidendo due album. Animatore e bassista dell’Orchextraterrestre, con relative incisioni discografiche, ha poi collaborato con Elias Nardi, Daniele Di Bonaventura, Vincenzo Zitello, Gianluca Petrella e Corrado Bungaro. Con Uaragniaun ha inciso gli album “Malacarn”, “Cantàn” e “Primitivo”.

La Manna

 

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

I cookies attivi su questo sito non memorizzano dati sensibili, ma permettono di raccogliere informazioni per migliorare la ‘user experience’ del sito da parte degli utenti, il miglioramento dei servizi web, nonché lo sviluppo di nuovi servizi connessi al sito. Questo sito utilizza Google Analytics, un servizio di analisi dei dati fornito da Google, Inc. (“Google”) al fine di migliorare la fruibilità dei servizi web e la comunicazione verso gli utenti, stimare il grado di internazionalizzazione degli utenti, promuovere le attività istituzionali parametrandole alle varie tipologie dell’utenza. Google potrebbe trasferire i dati raccolti a terzi ove imposto dalla legge. I dati sono raccolti per i soli fini istituzionali e non verranno mai ceduti a fini commerciali. Per maggiori informazioni, si veda http://www.google.it/analytics/terms/it.html

Cookies active in this website do not record personal data. However, they allow the collection of information to improve the ‘user experience’ of the website by the users, the enhancement of the web services and the development of new services connected with the website. This website uses Google Analytics that is a data analysis service provided by Google, Inc. (“Google”) to improve the usability of web services and the communications with users, to evaluate the level of internationalization of users, to promote institutional activities according to the various communication target groups. Google may transfer the collected data to third parties, if required by law. Data are collected for institutional purposes only and shall never be transferred for commercial purposes. For further information see http://www.google.it/analytics/terms/it.html

Chiudi